La strada da percorrere…

Percorso formativo web developer
Percorso formativo web developer

In questo nuovo articolo voglio intraprendere il discorso del mio percorso formativo. Non è facile districarsi tra la miriade di nuove tecnologie esplose sul web in questi ultimi anni. 

L’ultima volta che ho lavorato come webmaster, è stato nel lontanissimo 2002, ma la maggior parte dell’esperienza l’ho accumulata a cavallo del nuovo secolo, quando ancora i dinosauri camminavano sulla terra, le compagnie di hosting ti davano dai 5 ai 15 MB (!!!) di spazio web, e i siti erano un accozzaglia informe di gif animate, poche immaginine da qualche Kb ciascuna, e fiumi di testi. Il web semantico? Non esisteva ancora! Il web 2.0? Ma và là! Facebook? What’s Facebook? Google? Era semplicemente fantascienza….
Ho svolto questo lavoro in autonomia per qualche tempo, quando ancora ci si poteva permettere di realizzare siti internet, quanto meno decenti, con una o due persone al massimo. Oggi se non hai una squadra di 5/10 persone, ognuna con il suo ruolo (almeno per i grossi progetti), non vai da nessuna parte.

L’altro giorno ho parlato con uno dei componenti del gruppo Sviluppatori Web Italiani, perchè dal momento che è proprio quella la figura professionale che vorrei diventare, pur se strizzando un’occhio anche al web design, ho chiesto delucidazioni sulla strada da intraprendere, per riprendere in mano la professione dopo tutti questi anni.

Ora ho le idee molto più chiare di prima, la moltitudine di tecnologie disponibili e di fonti da cui poterle studiare inizialmente può confondere le idee, ma dopo una veloce chiacchierata sul gruppo le idee mi si sono chiarite. Inizierò in questo modo:

Linguaggi Client-Side:
– HTML (5);
– CSS (3);
– Javascript e tutti i suoi più importanti framework e librerie (bootstrap, angular JS, JQuery, etc…);

Linguaggi server-side:
– Java;
– PHP (Zend);

CMS:
– WordPress;

Ecco alcune delle fonti da cui studierò:
w3schools.org
it.phptherightway.com
 w3.org
Codrops
php.net

Quando ne avrò ancora, aggiornerò questa lista, magari una buona idea potrebbe essere quella di fare una sezione con un elenco di fonti dalle quali attingo per la mia formazione continua sul campo.

Ed ora …. al lavoro!