Come mettere fine all’inferno delle chiamate indesiderate con poche semplici mosse

Anche tu sei tempestato di telefonate da call center, telefonia, luce e gas, sondaggi e promozioni “irripetibili” e non ne puoi più?
Oggi ti mostrerò come puoi mettere fine all’inferno delle chiamate indesiderate con poche e semplici mosse!

Aggiornamento del 29/01/2020: la app di cui si parla in questo articolo è stata aggiornata, puoi trovare un breve riassunto delle novità dell’ultima versione nella sezione “aggiornamento”

Alzi la mano chi di voi non ha mai bestemmiato tutti i santi ed è stato tentato di scaraventare il telefono a terra all’ennesima chiamata molesta di un call center…

Come dici? E’ successo anche a te? Non avevo dubbi…

Ma lo sapevi che c’è un modo per mettere fine a questo calvario? No? Seguimi allora, perché ti spiegherò come fare per farti lasciare in pace una volta per tutte.

Esistono diverse app sugli store relativi ai principali sistemi operativi mobile, ovvero Play Store per Android ed App Store per iOS ed oggi ti presenterò una soluzione valida sia per Android che per Apple, soffermandomi maggiormente sulla configurazione per il sistema operativo di Google.

La soluzione si chiama “Dovrei rispondere?” (Disponibile su Play Store di Google o sull’App Store di Apple)

Dovrei rispondere?

Non mi dilungherò qui sulla procedura di installazione perché prendo per buono che tu sappia come installare una app da Play Store o App Store! Chi non sa farlo ormai?

Non sai farlo? Bene, torna a visitare Tecnologia Facile, perchè scriverò presto una guida a riguardo!

La app fa capo ad un’azienda, la Mister Group Ltd, che ha avviato questo progetto per creare uno strumento di efficace contrasto al fenomeno delle chiamate indesiderate. E’ stato creato un network di siti (uno per ogni nazione supportata dal software) sulla quale puoi andare a cercare il numero che ti ha chiamato, per capire se si tratta di un call center o meno.
Per quanto riguarda l’Italia il sito è http://www.chistachiamando.it/, visitabile sia manualmente, sia provenendo dalla app.

Quale vantaggio può portarti questa app

Ma veniamo a noi: la forza di “Dovrei Rispondere?” sta nel fatto di integrarsi alla perfezione con Android (è consigliata almeno la versione 7, che contempla la funzione di monitoraggio delle chiamate), ma soprattutto nel database condiviso ed aggiornato con le segnalazioni inviate dagli utenti della community. Ogni utente che riceve una chiamata indesiderata da un call center può infatti inserire una segnalazione con voto negativo riferita al numero da cui ha ricevuto tale chiamata.

A quel punto il database si aggiorna per tutti gli utenti della community, proteggendoli da chiamate indesiderate. Quando un utente riceve una chiamata, il software la intercetta e confronta il numero chiamante con il database dei numeri spam e se il numero è presente in questo database la app eseguirà un’azione a nostra scelta, come settato nella impostazioni (di solito bloccare la chiamata). Quindi puoi essere protetto da chiamate indesiderate anche se il numero di telefono che ti sta chiamando non l’ha mai fatto prima d’ora.

Capisci qual’è la grande potenza di questo tipo di approccio? Senza questa app saresti costretto a bloccare a mano ogni singolo nuovo numero di call center che ti chiama, ogni volta che succede….un inferno data la frequenza altissima con la quale i call center maledetti cambiano numero chiamante!

Ma vediamo come procedere con la configurazione: una volta installata ed aperta la app, puoi andare subito alla sezione delle impostazioni che puoi vedere qui sotto in foto.

Puoi settare le impostazioni come meglio preferisci naturalmente, in questa guida però ti voglio mostrare come ho configurato la app sul mio smartphone.

Sezione “Notifiche”

Per decidere come configurare questa app sono partito dal principio che penso muova anche te: nessuno mi deve rompere le scatole! Perciò ho impostato questa sezione in maniera da ricevere il minor disturbo possibile. Come infatti puoi notare, ho disattivato ogni tipo di notifica, non lasciando attiva nemmeno quella che ti mostra le “statistiche di notifica” (di cui sinceramente non mi importa nulla…).

A te ovviamente la scelta, se vuoi qualcuna di queste notifiche puoi scegliere se abilitare queste visualizzazioni:

  • Informazioni sulla chiamata dopo che questa è stata respinta;
  • Notifiche sotto forma di finestra pop-up;
  • Notifiche da parte del sistema Android;
  • Statistiche di notifica;
  • Notifiche di chiamata bloccata;

Sezione “Bloccando”

Questa parte delle impostazioni è la più importante in assoluto visto che ti permette, se ben configurata, di mettere uno stop VERO alle telefonate. Hai due scelte: la prima è la configurazione automatica, facendo scorrere il cursore orizzontale sotto la dicitura “comunità DB sensibilità”. In questo caso le opzioni sottostanti si attivano o disattivano in base a dei settaggi preimpostati per ogni livello di sicurezza. La seconda scelta è quella di attivare (pulsante di colore verde) o disattivare (colore grigio) manualmente ogni singola opzione.

Nel primo caso puoi notare che la dicitura sotto il cursore cambia ogni volta che lo fai scorrere cambiando il livello di protezione, dal più basso al più alto, spiegandoti cosa succede in ogni situazione: man mano che alzi la protezione sei più sicuro di non ricevere chiamate moleste, ma è più facile che si verifichino dei falsi positivi, cioè che la app blocchi anche numeri che non sono spam (anche se a dire il vero a me non è mai capitato, ed utilizzo questa app da anni!).

Nel secondo caso invece hai la possibilità di bloccare singolarmente i numeri:

  • Che tu stesso hai valutato come molesti, poi ti farò vedere come farlo se ti dovesse servire (prima opzione);
  • Che la community degli utenti di “Dovrei Rispondere?” ha valutato come molesti e per questo motivo sono inseriti in black-list (seconda opzione);
  • Non memorizzati tra i contatti della tua rubrica, ma ti consiglio di non attivare questa opzione o chiuderai le porte a tutto il mondo tranne le persone che conosci (terza opzione);
  • Nascosti, abbastanza facile da comprendere (quarta opzione);
  • Stranieri, io per sicurezza l’ho attivato dato che per ora non lavoro con l’estero. Va da sé che devi lasciare disattivata questa opzione se ricevi chiamate da fuori Italia (quinta opzione).

Quali autorizzazioni fornire a “Dovrei Rispondere?”

Come la maggior parte delle moderne app per sistemi operativi mobili, anche la nostra app ti richiede di fornirle alcune autorizzazioni e di settare alcune impostazioni per farla funzionare al meglio. Ecco un brevissimo elenco di quali sono:

  • Leggere informazioni sulla chiamata;
  • Settare l’applicazione come predefinita per la gestione delle chiamate,
  • Accesso ai contatti telefonici in rubrica;
  • Disegnare su altre applicazioni;
  • Servizio di accessibilità;
  • Disabilita ottimizzazione in background;
  • Disabilita ottimizzazione dello schermo di blocco.

Il significato delle singole impostazioni o autorizzazioni

Leggere informazioni sulla chiamata: questo permesso ti viene richiesto ed è praticamente obbligatorio perché altrimenti la app non riesce a leggere informazioni come il numero chiamante, perciò non può decidere al meglio sul da farsi.

Settaggio dell’applicazione come predefinita per la gestione delle chiamate: beh, questa impostazione non è obbligatoria, ma fortemente consigliata (soprattutto sui telefoni con Android versione 7 o superiore) per integrare al meglio la app con il sistema operativo di Google e permetterle di funzionare bene. Tranquillo! Cambierà certamente la schermata che ti appare durante la chiamata, ma non così tanto a dirla tutta! Saranno comunque visibili le funzioni standard (escludi microfono, vivavoce, tastiera, etc….)

Accesso ai contatti telefonici in rubrica: come le prime due, anche questa autorizzazione è consigliata, perché permette alla app di avere accesso ai numeri salvati nella tua rubrica e decidere cosa fare se uno di loro ti chiama.

Disegnare su altre applicazioni: autorizzazione necessaria se non vuoi impostare la app come predefinita per la gestione delle chiamate, per far comparire una finestra popup di notifica di una chiamata in arrivo sopra alla finestra della app che stai utilizzando in quel momento.

Le ultime tre impostazioni invece sono a mio avviso assolutamente da impostare per evitare che il sistema operativo, nel suo continuo sforzo per limitare il consumo di risorse hardware dello smartphone, ti chiuda la app considerandola “In standby”, facendoti venire meno la protezione.

Probabilmente non avrai tutte tutte le impostazioni di cui ti ho parlato visibili sul tuo telefono, ma sappi che queste sono quelle più importanti per il funzionamento di “Dovrei rispondere?”. Per settarle vai nella sezione “avanzate” delle impostazioni e clicca sul pulsante verde “Configurazione delle autorizzazioni”, segui le istruzioni e il gioco è fatto!

Come segnalare un numero spam

Passiamo infine ad una delle funzioni più importanti della app, con la quale potrai anche tu segnalare eventuali numeri nuovi non presenti nel database, contribuendo così alla sicurezza tua e di tutta la community.

Come puoi vedere dall’immagine a sinistra, Dovrei rispondere ha anche una schermata dove ti elenca tutte le chiamate passate per il tuo telefono, in entrata ed uscita, con i classici simboli per identificare chiamate effettuate, perse o ricevute correttamente. A fianco puoi vedere il simboletto di un polipo su sfondo colorato di:

  • Verde se è una chiamata ad un numero non “pericoloso”, che cioè ha valutazioni positive secondo la community;
  • Giallo, se è un numero neutro, cioè con valutazioni né positive né negative;
  • Rosso, se la chiamata che hai ricevuto proviene da un numero spam, ovvero valutato negativamente dalla community;
  • Grigio, con un punto interrogativo sulla faccina del polipo, se la valutazione rispetto a questo numero è sconosciuta.

Già da qui puoi capire se il numero che ti ha chiamato è di un call center o meno, nel caso in cui tu non lo conosca. Bene! Ma come si fa a dare la valutazione ad un numero che ti ha chiamato? Guarda l’immagine di destra: “tappando” su un numero a tua scelta tra quelli nell’elenco, puoi entrare in quella schermata, dalla quale puoi bloccare il numero, esprimere una valutazione ed inserire una recensione a riguardo.

La valutazione del numero

Dalla schermata che ti ho appena mostrato, cliccando su blocca, ovviamente vai in una ulteriore schermata dove potrai bloccare molto semplicemente il numero seguendo le istruzioni a schermo, e certamente ti consiglio di farlo se si tratta di un call center, ma non è questo che ci interessa ora. Clicca invece sul pulsante “Valutazione”, entrerai in una schermata dove puoi vedere in alto il numero di telefono selezionato. Più in basso puoi decidere con un pulsante se impostare o meno la valutazione come privata, ed ancora sotto puoi:

  • Inserire una valutazione (positiva, neutra o negativa);
  • Indicare la categoria del chiamante (chiamata truffa, call center, telemarketing, etc…);
  • Inserire un tuo commento ed un tuo nickname.

E’ perchè mai dovrei prendermi il disturbo di svolgere questa operazione? Beh, ti rispondo molto francamente, non ci guadagnerai nulla direttamente dal valutare negativamente il numero di un call center, questo è certo; tuttavia ne guadagnerai molto in termini di tranquillità (quel numero non ti scoccerà mai più) ed avrai la gratitudine di tutta la community di Dovrei Rispondere.

Perciò, visto come è facile ad oggi non farsi più disturbare da call center truffaldini di ogni genere? Con questo articolo ti ho mostrato come mettere fine all’inferno delle chiamate indesiderate sul tuo smartphone! Io personalmente ho tolto il telefono fisso quasi 15 anni fa proprio per questo motivo, e poco tempo dopo aver comprato uno smartphone ho scoperto ed installato questa app (quindi sono anni ormai che la uso) e…..ho trovato la pace!

Perciò che aspetti? Corri ad installare “Dovrei rispondere?”

AGGIORNAMENTO

03/03/2020: “Dovrei rispondere” è stata aggiornata, oggi si chiama “Should I answer?” (semplicemente la sua traduzione in inglese) ed i principali cambiamenti sono i seguenti:

  • Interfaccia grafica completamente nuova;
  • Supporto alle nuove caratteristiche di Android 10;
  • Possibilità di scelta del tipo di protezione (attiva, passiva o nulla);
  • Correzione di alcuni bug minori.

Una nota particolare va alla scelta del tipo di protezione: da Android 7 in poi solo la app predefinita che gestisce il telefono può bloccare le chiamate in ingresso, perciò per avere una protezione attiva l’unico modo è far sì che Should I answer sia impostata come predefinita per questo ruolo. Le alternative sono quelle di non impostare la protezione, o di impostarne una passiva (la app ti avvisa della chiamata in arrivo e tu decidi cosa fare).
A parte questo non ci sono grandissimi stravolgimenti nella nuova versione della app; l’aggiornamento più importante riguarda la grafica, rifatta completamente a nuovo. Per questo motivo ho deciso di condividere con te una galleria delle principali schermate dell’applicazione.

Una precisazione: come suggerito dal nome che ho scelto per il sito, sto cercando in tutti i modi di veicolare la tecnologia nella maniera più semplice possibile. Perciò non mi sono dilungato troppo sui dettagli della app, li ho ritenuti non fondamentali per veicolare la promessa presente nel titolo di questo post.

Puoi sicuramente trovare approfondimenti utili nella manuale di “Dovrei rispondere?” presente sul sito ufficiale, oppure l’help di “Should I answer?” per la versione nuova.

it_ITItaliano
en_GBEnglish (UK) it_ITItaliano